Sull’argomento manutenzione case in legno c’è ancora molta disinformazione e purtroppo anche false convinzioni. È ad esempio luogo comune pensare che gli edifici in legno richiedano manutenzioni onerose e frequenti oppure che siano meno resistenti di quelle tradizionali, in latero-cemento. Falso e ora vedremo perché.

Manutenzione case prefabbricate in legno: questione di qualità

Il legno utilizzato per la costruzione delle wooden house e di tutte le loro parti è sottoposto a molteplici trattamenti volti proprio a conferirgli la massima resistenza. Travi, pannelli, rivestimenti e coperture lamellari sono trattate per resistere a usura, agenti atmosferici, fuoco ed eventuali parassiti.

Il nemico numero uno delle case prefabbricate in legno è comunque l’umidità ma, anche in questo caso, è tutta questione di trattamenti. Un’impresa costruttrice seria impiega per la realizzazione delle proprie strutture solo materiali di prima qualità ed adeguatamente trattati. Quindi ciò che fa davvero la differenza per quanto riguarda la manutenzione delle case prefabbricate in legno è la qualità con cui sono costruite.

Tutto deve essere progettato per resistere nel tempo e prevenire gli eventuali danni che qualsiasi casa, comprese quelle in muratura, può subire. Ogni singolo elemento deve pertanto essere studiato e progettato per rendere minimi gli interventi di manutenzione. Ad esempio, la scelta di infissi esterni in legno o anche in pvc, con protezione in alluminio, consente di preservare adeguatamente anche le finestre. Mentre persiane e tapparelle in alluminio sono sicuramente garanzia di maggiore durata.

Manutenzione case in legno e latero-cemento

La struttura portante di una casa in legno, ben costruita e ben tenuta, può quindi durare anche secoli.

Ovviamente, affinché questo avvenga, devono essere rispettate entrambe le premesse. Quindi l’impresa costruttrice deve mantenere i più alti standard qualitativi e chi vi abita deve comunque prendersi cura dell’edificio, proprio come dovrebbe avvenire in qualsiasi tipo di abitazione.

Veniamo quindi alla domanda che spesso ci si pone prima dell’acquisto: tra la manutenzione delle case in legno e quella di case in latero-cemento quali differenze ci sono? Praticamente nessuna.
Una casa in legno richiede, esattamente come un edificio tradizionale, gli stessi controlli ed interventi di manutenzione, ordinaria e straordinaria.

Tra l’altro, molti elementi strutturali sono costruiti allo stesso modo e necessitano quindi dello stesso tipo di controlli. Ad esempio, le canne fumarie o le tubazioni di una casa prefabbricata in legno o di una in latero-cemento, si trovano sempre all’interno di apposite intercapedini poste al di fuori delle pareti proprio per facilitare gli interventi di manutenzione.

Case in legno: quale manutenzione fare

La manutenzione delle case prefabbricate in legno richiede, come per le case in muratura, interventi di manutenzione ordinaria, da fare periodicamente e di manutenzione straordinaria, più massicci ma necessari per garantire la sicurezza della struttura e il perfetto funzionamento di ogni sua parte.

I vari tipi di interventi di manutenzione case in legno riguardano:

  • le facciate, che vanno quindi periodicamente ri-trattate per resistere all’usura e ai diversi agenti atmosferici o comunque corrosivi;
  • la manutenzione di parti sporgenti del tetto, coperture e porticati per accertarsi che non ci sia nulla di corroso;
  • la copertura dell’edificio, ad esempio per evitare infiltrazioni;
  • i serramenti;
  • l’impiantistica, verificandone il corretto funzionamento;
  • i controlli previsti per legge a cadenza periodica. Rientra in questo tipo di manutenzione la prova dei fumi emessi dalle caldaie, da eseguire ogni due anni. A questa va aggiunto un controllo annuale, prima dell’inizio dell’inverno.

Ogni casa in legno ha comunque un libretto di manutenzione e anche garanzie che coprono eventuali danni. Per questo, per qualsiasi intervento di manutenzione, soprattutto se straordinario, è sempre bene rivolgersi alla casa costruttrice e a professionisti in grado di prendersi adeguatamente cura dell’edificio.

Insomma, in fase di costruzione, tutto è pensato per agevolare i successivi interventi, in termini di praticità ma anche di costi.