Casey Key Guest House è un’originalissima casa in legno circondata tra i boschi di Sarasota, in Florida. Nasce con l’intento camaleontico di plasmarsi nell’ambiente circostante. Obiettivo pienamente raggiunto grazie ad una struttura curvilinea che richiama gli elementi naturali del luogo, dalle fronde degli alberi alle morbide linee della costa.

La richiesta del proprietario era infatti chiara: “rispettare la terra”.
Si trattava quindi di partire dalla conformazione del territorio e da qui, costruire un edificio che si modellasse alla morfologia e alla forza dei venti costieri provenienti da ovest, proprio come i rami degli arbusti che lo circondano.

Il progetto fu affidato all’architetto Jerry Sparkman dello studio statunitense TOTeMS Architecture e il risultato è una splendida casa in legno adibita a guest house.
La struttura sorge in una piccola isola tra il golfo del Messico e la Baia di Sarasota, circondata da alberi e a ridosso di un’imponente quercia secolare. Siamo in una zona ad alto rischio geologico e tutelata dalla FEMA – Federal Emergency Management Agency, agenzia governativa che fa parte del Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti in ambito di protezione civile. Per adeguarsi agli elevati standard imposti, sono quindi stati introdotti specifici accorgimenti costruttivi.

L’edificio poggia infatti su un sistema di micro pali in acciaio progettati per innalzare il livello strutturale e proteggere le radici delle quercia. In questo modo si è ridotto al minimo l’impatto sulle piante circostanti e tutti gli alberi sono stati preservati.
Per modellarsi all’esposizione ventosa, invece, è stata concepita una struttura curvilinea con travi in legno di pino lamellare curvato e ancorato ad una base sopraelevata. Oltre a rispondere ad un’esigenza strutturale, questa soluzione crea una continuità tra soffitto e pareti, confondendone in confini e armonizzando l’ambiente.

Una casa in legno tra acqua e terra

Un altro aspetto a cui il proprietario teneva particolarmente riguardava la tutela della privacy sul lato nord, collocato in prossima di un’altra abitazione. La struttura curvilinea ha quindi permesso di soddisfare anche questa esigenza, proteggendo la parte settentrionale. A sud-ovest troviamo invece ampie vetrate che rendono l’interno particolarmente luminoso e una terrazza da cui poter ammirare un’ampia vista sulla quercia e sul vicino canale navigabile.

Un altro filo conduttore dell’intero progetto è proprio l’elemento acquatico. Lo si ritrova sia negli spazi funzionali, sia nei dettagli dell’arredamento. Il piano terreno comprende infatti una piccola rimessa per kayak e un ponte coperto.

Gli interni invece, con rivestimenti in cipresso e linee curve, alludono agli scafi delle barche e all’arredo navale.

Per gli standard americani la planimetria è piuttosto piccola. Questa casa in legno comprende una zona living con angolo cottura e soppalco, un bagno e una zona notte, al piano superiore.

L’interno ospita uno spazio abitativo a doppia altezza, collegato alla zona giorno da una piccola scala. La camera da letto, con soffitto a travi a vista curvilinee e completamente rivestita in legno, è circondata da vetrate che regalano una splendida vista.

Photo Credit: www.archdaily.com